Il 17enne Ismaele Lulli è stato prima crocifisso e poi sgozzato

Ismaele-Lulli2

 

Crocifisso e sgozzato . La drammatica fine di Ismaele, il 17enne trovato morto in un dirupo a Sant’Angelo in vado, in provincia di Persaro-Urbino, potrebbe trovare spiegazione nell’ipotesi più banale e al tempo stesso agghiacciante che gli inquirenti stanno valutando. Ieri 21 luglio, i Carabinieri hanno fermato e portato in caserma gli unici due sospettati killer, Igli Meta, 20 anni, e Mario Nema, 19 anni, entrambi albanesi.

Nel corso della conferenza stampa, indetta per spiegare le dinamiche dell’omicidio, il colonnello dei carabinieri Antonio Sommese ha spiegato che ”l’incontro è avvenuto vicino alla stazione degli autobus. Il ragazzo, e questo dimostra il suo sentirsi innocente, è stato invitato dai due ad andare a fare un bagno al fiume: ha accettato senza problemi, è salito in macchina senza costrizione, poi si sono appartati in quel poggio, nell’area di campagna di San Martino in Selva nera, e lì c’è stata l’aggressione”.

ismaele-lulli3

La ricostruzione degli inquirenti su come i due avrebbero tolto la vita a Ismaele sembra uscita dal più becero dei film horror. Riporta il Corriere della sera che il ragazzo è stato portato nel punto più nascosto del paese, su un colle vicino alla chiesa di San Martino, quasi abbandonata. I due lo avrebbero legato a una croce tra i pini, braccia e gambe bloccate con una nastro adesivo per pacchi. Una volta immobilizzato, lo hanno sgozzato con un taglio netto di 9 centimetri. Meta e Nema hanno preso quindi il corpo e gettato in un dirupo, lasciando sull’erba una scia di sangue. Nella concitazione degli eventi i due  assassini si sono portati via anche una scarpa della vittima.

Ismaele Lulli

Ismaele Lulli

Dopo avere ucciso Ismaele e averne gettato il corpo in un dirupo, i due fermati, Meta e Mema, sono andati a fare il bagno al fiume progettato insieme alla loro vittima. In questo caso però – ha raccontato il colonnello Sommese – sarebbe servito per lavare via il sangue.

Quando i carabinieri sono andati a prelevare Igli Meta per interrogarlo, il ventenne albanese probabilmente si stava preparando a fuggire in Albania e aveva a disposizione una somma di denaro.



   

 

 

1 Commento per “Il 17enne Ismaele Lulli è stato prima crocifisso e poi sgozzato”

  1. Lavori forzati a vita. Questa è solo cianfrusaglia sub umana.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -