Francia: sventato attentato jihadista, volevano decapitare un militare

I quattro giovani arrestati lunedi’ in diverse localita’ della Francia perche’ sospettati di terrorismo volevano decapitare un alto ufficiale dell’esercito nella caserma di Port Vendres, nel sud della Francia vicino alla frontiera spagnola. Lo ha reso noto l’emittente radio France Info: secondo fonti vicine all’inchiesta, i presunti jihadisti volevano registrare l’assassinio con una telecamera per poi collocare il video in Internet; e l’obiettivo era far coincidere l’azione terroristica con il primo anniversario dell’attentato contro Charlie Hebdo a Parigi, il prossimo 7 gennaio 2016, come ha confessato uno degli arrestati.

Il piano e’ stato sventato lunedi’, quando le forze dell’ordine hanno deciso di arrestare i quattro, tutti tra i 16 e i 23 anni, nel timore che volessero anticipare il progetto, alla festa nazionale del 14 luglio. Uno dei quattro, un minorenne di 16 anni, e’ stato liberato nella notte, perche’ scagionato dagli altri tre.

Gli agenti dei servizi segreti Dgsi seguivano ad mesi quello che e’ considerato la ‘mente’ del gruppo, un 17enne, che si era fatto notare per il suo attivismo nei forum jihadisti e per la rete di contatti con altri presunti terroristi, anch’essi ora dietro le sbarre. Il giovane era gia’ stato interrogato nell’ottobre dello scorso anno e la madre, a dicembre, aveva avvisato le autorita’ che il ragazzo progettava di andare in Siria.
Il ministro dell’Interno, Bernard Cazeneuve, mercoledi’ ha fornito i primi dettagli del piano, poco dopo che io stesso presidente, Francois Hollande, aveva annunciato lo sventato atrtacco.

Cazeneuve ha raccontato che uno degli arrestati era stato un militare della Marina francese; secondo France Info, a dicembre era stato giudicato “non idoneo”, ma ancora si deve chiarire se avesse avuto qualche contatto con la caserma di Port Vendres. agi



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -