Krugman feroce contro la Germania: le richieste sono una “follia vendicativa”

#TspirasLeaveEUSummit (‘Tsipras abbandona il vertice’) e #ThisIsACoup (‘Questo è un colpo di Stato’) sono i due hashtag che stanno spopolando in queste ore tra gli utenti greci (e non solo) su Twitter. #ThisIsACoup è addirittura il secondo hashtag più ritwittato al mondo.

 

Durissima la condanna anche del premio Nobel per l’Economia Paul Krugman, che sul New York Times scrive: le richieste avanzate dall’Eurogruppo alla Grecia sono una “follia vendicativa”, una “completa distruzione della sovranità nazionale” e “un grottesco tradimento di tutto quello che significa il progetto europeo”. “Il progetto europeo, che ho sempre elogiato e sostenuto, ha appena ricevuto un colpo terribile, forse fatale – osserva Krugman -. E qualunque cosa voi pensiate di Syriza o della Grecia, non sono stati i greci a darlo”.

Krugman è fortemente contrario al “PIGNORAMENTO” DEI BENI DI STATO – Il documento con gli obblighi imposti richiesti  ad Atene contiene anche il riferimento alla proposta di matrice tedesca di un trasferimento di “asset greci per un valore di 50 miliardi di euro a un fondo esterno e indipendente come l’Istituzione per la crescita di Lussemburgo, per essere privatizzati (cioè venduti, ndr) nel tempo e ridurre il debito. Tale fondo sarà gestito dalle autorità greche sotto la supervisione delle istituzioni europee”.

Germania sotto accusa anche in patria per il trattamento “umiliante” inferto alla Grecia. I media europei sono critici nei confronti dell’atteggiamento durissimo assunto dalla coppia Merkel-Schaeuble nei confronti di Atene prima durante l’Eurogruppo dei ministri delle Finanze e poi nel vertice dei leader. E Berlino finisce nel mirino anche di Twitter. “L’Europa si vendica di Tsipras”, è il titolo scelto dal quotidiano inglese ‘The Guardian’.

“A che gioco sta giocando la Germania?”, si chiede invece in prima il francese ‘Liberation’ sullo sfondo di una foto di Angela Merkel. Mentre il tedesco Spiegel, sul suo sito, parla di “catalogo di atrocità” in riferimento alle misure invocate dai ministri delle Finanze dell’Eurozona. “E’ un’umiliazione voluta della Grecia”, scrive ancora lo Spiegel.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -