Auguri Giorgio Napolitano! Che la storia ti sappia attribuire ciò che meriti

Non posso che unirmi al coro di auguri per il novantesimo compleanno di re Giorgio. I miei sono auguri davvero speciali.

 

napol

 

avvocato Marco Mori

Auguro infatti a Napolitano di vedersi attribuire dalla storia esattamente quanto ha realmente fatto nella sua carriera politica. Ovvero che gli sia attribuita a pieno titolo la paternità dello smantellamento dell’Italia come nazione sovrana ed indipendente, che gli sia attribuito il tradimento della Costituzione e dei valori fondanti della democrazia repubblicana.

Gli auguro che i morti dovuti alla crisi economica ed al perseverare delle politiche “ordoliberiste” in Europa e nel mondo siano giustamente considerate anche una sua precisa responsabilità. D’altronde è lui che ha commissariato il nostro Paese nominando tre Governi consecutivi graditi alla Troika.

Napolitano è un reduce di “mani pulite”. Reduce forse non casuale se pensiamo che, mentre Craxi ci narrava di come l’Europa sarebbe diventata per noi “nella migliore delle ipotesi un limbo e nella peggiore un vero inferno”, Napolitano si schierava per essa senza se e senza ma.

Craxi durante il proprio processo rammentò pubblicamente la sua piena convinzione circa il coinvolgimento di re Giorgio nel finanziamento illecito ai partiti (fatto che anche Di Pietro ha riconosciuto nel 2012),

Napolitano era anche quello che nel 1978 affermava “l’euro che vuole la Germania ci porterà alla rovina”. Ma evidentemente le opinioni, per qualche ragione, a volte cambiano completamente.

Ma di cosa ci stupiamo infondo? Napolitano è anche colui che nel 1956 disse che l’URSS in Ungheria portava solo la pace… Ecco chi abbiamo onorato come nostro presidente (il minuscolo è voluto) della Repubblica ed ecco a chi oggi facciamo gli auguri.

Meriterebbe un encomio speciale di tipo molto particolare: un processo con rito immediato. Sarebbe doveroso per le reiterate richieste di cessione della nostra sovranità nazionale, atto ostile contro la personalità giuridica del Paese e penalmente sanzionato ai sensi e per gli effetti degli artt. 241 e ss. C.P. Tale processo tuttavia non arriverà mai per sopraggiunti limiti di età ma resto convinto che la storia, caro presidente Napolitano, la saprà ricordare per quello che si merita.

Tanti Auguri a lei! E tanti auguri a noi di non doverla più incontrare…

P.S. e non ho parlato della Terra dei fuochi e degli strani rapporti con Kissinger… Ma vedremo cosa dirà la storia…

 



   

 

 

4 Commenti per “Auguri Giorgio Napolitano! Che la storia ti sappia attribuire ciò che meriti”

  1. E’ quello che pensano tutti gli italiani, ma lui come tutti i politici che ci governano, se ne frega e continua a godere spudoratamente di privilegi, mentre il popolo muore di fame. Evvia il Presidente che rimarra nella storia, come il peggiore che abbiamo avuto.

  2. La sua lettera avvocato ,è chiara e esplicita, la ringazio per averla scritta. Buon Pomeriggio.

  3. Il massone che ha boia ha svenduto l’Italia alla finanza europea. Che vergogna insieme Mattarello della sua stessa sostanza

  4. Si la storia ti deve ciò che meriti na sputazzat nfacc

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -