Video choc su Vincent Lambert: “non è terminale e reagisce agli stimoli”

Un video choc su Vincent Lambert, il tetraplegico francese di 39 anni, al centro del dibattito sul fine vita in Francia, è stato postato oggi su internet da un comitato di sostegno che si oppone a staccare le macchine che lo tengono in vita.

A pochi giorni da una sentenza della Corte europea che ha dato parere favorevole a sospendere le cure, le immagini riprese dal suo letto d’ospedale dimostrerebbero che l’ex infermiere, dal 2008 in stato vegetativo a seguito di un incidente stradale, “non è in fin di vita” e reagisce agli stimoli esterni.

Nel filmato, ripreso da dei media francesi, Vincent Lambert apre leggermente gli occhi quando una mano gli avvicina all’orecchio un telefono portatile con la voce della madre, Viviane Lambert, fermamente contraria alla sospensione delle cure insieme ad un’altra sorella e ad un fratellastro. Un altro primo piano mostra il fratellastro David mentre gli parla, a pochi centrimenti dal viso e il paziente che muove gli occhi e lo segue con lo sguardo. Le immagini sarebbero stato girate venerdì a Reims, dove Vincent è ricoverato, da Emmanuel Guépin, ex suo compagno di classe e membro del comitato di sostegno.

La moglie, Rachel Lambert, che insieme a sei dei fratelli e sorelle di Vincent, vuole invece “lasciarlo andare”, si è detta “costernata” dal video che “non fornisce nessun elemento nuovo”. “Non è in soli due minuti che si può comprendere lo stato di mio marito”, ha commentato. askanews

Vincent-Lambert



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -