OSAMA BIN LADEN ERA UN COMPLOTTISTA!

osama_bin_laden

 

Pare che il governo Usa abbia reso nota la composizione della biblioteca di Osama bin Laden (ad Abbottabad). 39 libri (pochini, in verità, tesi a dimostrare che il nostro era abbastanza ignorante). In che lingua? Non viene detto. Ma si capisce – ed è questa la cosa più esilarante – che Osama era un complottista! Infatti si dilettava in “teorie cospirazioniste sull’11 settembre”. Forse lo faceva per studiare gli errori dei “cospirazionisti”. Chissà che spasso, per lui che aveva ideato tutto. Poi leggeva quell’altro estremista di Noam Chomsky. Anche la CIA e il “controllo mentale” erano tra i preferiti.

Come si siano impadroniti della biblioteca, gli americani, non è noto. I Navy Seals, non pare fossero dei bibliofili. E comunque non hanno avuto tempo, con l’unico elicottero che gli era rimasto a disposizione, di raccogliere i libri. Dunque qualcuno dev’essere tornato sul luogo del delitto a recuperare la carta, e le pastiglie di Viagra (che porco quel bin Laden!)
Il cadavere lo hanno buttato in mare, pare, ma i libri li hanno conservati.

Poi, qualche mese dopo, 25 dei 26 Navy Seals sono morti in un incidente aereo in Afghanistan. E il compound di Abbottabad è stato raso al suolo. Ma, in questo caso, non sembra sia stata necessaria una demolizione controllata.
Così funziona il mainstream occidentale.

Giulietto Chiesa

Dipendenti del Pentagono spendono un milione di dollari in casino e strip club



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -