Russia a Francia: Non abbiamo più bisogno delle Mistral, ora consistente risarcimento

 

La Russia ha formalmente rinunciato all’acquisto delle portaelicotteri anfibie francesi di classe Mistral, dopo che la consegna della prima delle navi è stata bloccata da Parigi, per accontentarsi di un risarcimento che è oggetto di nuove negoziazioni. L’ha comunicato oggi, secondo quanto riferisce l’agenzia di stampa Interfax, il vicepresidente della Commissione dell’industria militare Oleg Bochkarev.“Non abbiamo più bisogno di queste navi, questo è un fatto compiuto”, ha affermato il funzionario russo.

Per rimpiazzare questo mancato acquisto, Mosca intende costruire delle proprie portaelicotteri. “E’ nei nostri piani. Saranno costruite basandosi su un’idea leggermente differente, non faremo delle copie della Mistral”, ha spiegato il rappresentante russo.Mosca e Parigi avevano concluso nel 2011 un contratto per l’acquisto di due navi per 1,2 miliardi di euro.

L’affare aveva suscitato grandi proteste da parte degli USA che hanno difatti imposto alla Francia di non consegnare le navi.. Con il secco peggioramento delle relazioni tra Occidente e Russia in seguito alla crisi ucraina, la situazione della Francia è diventata insostenibile. Così la consegna della prima nave, già pronta nei cantieri francesi, che doveva avvenire a novembre, non c’è stata.

La Russia chiede a Parigi un consistente risarcimento. La Francia ha presentato una proposta, che il quotidiano Kommersant ha quantificato in 785 milioni di euro, mentre Mosca vorrebbe 1,16 miliardi di euro. Secondo Interfax, nei prossimi giorni sarà in Russia Louis Gautier, un rappresentante francese, con l’incarico di chiudere la partita.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -