Lanciano: Disoccupato e sfrattato minaccia di darsi fuoco nell’ufficio del sindaco

Un disoccupato di Lanciano ha minacciato di darsi fuoco dopo essere entrato nell’ufficio del sindaco al secondo piano del Comune. Nella stanza non era presente il sindaco Mario Pupillo, impegnato a Chieti negli uffici della Provincia di cui e’ presidente.

L’uomo, 47 anni, disoccupato e sotto sfratto, sarebbe entrato apparentemente tranquillo a Palazzo di Citta’ e dopo essere salito all’ultimo piano si e’ diretto verso la stanza del sindaco incurante del personale che presidia abitualmente il corridoio portando con se’ una piccola tanica di benzina.

Sul posto sono arrivati i carabinieri e i vigili del fuoco allertati dal personale del Comune: stando a quanto si apprende, l’uomo – padre di due figli – avrebbe urlato di avere seri problemi economici e minacciato di darsi fuoco se non fosse stato ascoltato in merito alle sue richieste di un alloggio popolare e di un lavoro. Dopo un colloquio con i militari l’uomo si e’ calmato e ha desistito dall’intento inconsulto. agi

Governo razzista! Per i clandestini hotel con piscina, per gli italiani disperati non c’è soluzione!

Nel video sotto una carrellata dei lussuosi hotel, agriturismi, residente storiche con ogni comfort dove vengono ospitati i clandestini, mentre tanti italiani vivono in auto o in strad

 

 

Guardate e diffondete. Governo razzista! Per i clandestini hotel con piscina, per gli italiani macchina o cantina!



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -