Poliziotti costretti a comprare le divise estive, Consap lancia una sottoscrizione

Poliziotti costretti a comprare le divise estive. Il Sindacato di Polizia Consap lancia una sottoscrizione popolare

divisa-polizia

 

Già da quest’anno la Polizia di Stato ha deciso di adottare le nuove divise per gli uffici operativi come le volanti e i Reparti Prevenzione Crimine. Ma anche un normalissimo ammodernamento delle divise è qualcosa che il ministero dell’Interno non riesce a gestire perché è troppo oneroso.

Ma adesso che con l’estate che incalza è scattato o sta per scattare l’uso dell’Uniforme estiva cominciano i dolori. In molte città d’Italia (da Roma a Lucca, da Milano a Messina, da Palermo a Pistoia) i magazzini che dovrebbero rifornire i Poliziotti con questa divisa nuova non hanno capi a sufficienza per tutti! E così le volanti che dipendono dai Commissariati, che mediamente sono poco meno della metà di quelle che sono presenti in una città (le altre dipendono direttamente dalla Squadra Volanti), ma anche buona parte dei poliziotti della Stradale non hanno le nuove divise e non si sa ancora di preciso quando arriveranno.

Sembra incredibile ma molti poliziotti sono stati costretti a comprare di tasca loro parte dell’abbigliamento, come t-shirt o pantalone o a fare riadattare il pantalone invernale facendo togliere l’imbottitura, sempre a proprie spese. Altri poliziotti, invece, stanno continuando ad usare le vecchie divise estive dell’anno scorso, le cosidette atlantiche e così abbiamo volanti con divise diverse.

Igor Gelarda dirigente nazionale della Consap commenta in maniera molto secca: “in una Italia di sprechi la Polizia è messa sempre al fondo del fondo. Questo ci fa capire di quanto poco valga la sicurezza da noi. Ma mi domando anche che impressione debba dare ai cittadini una polizia che non riesce a dotare i propri uomini delle divise per lavorare e li costringe a comprarsele; e ancora mi chiedo pure che impatto su noi poliziotti possa avere questa situazione di disorganizzazione, mancanza di fondi e sostanziale abbandono degli operatori di polizia”.

“ Per questa ragione – continua il Segretario Nazionale Generale Giorgio Innocenzi- abbiamo deciso di lanciare una sottoscrizione Popolare affinché la gente possa versare sul nostro conto corrente dei fondi con i quali comprare le magliette da dare ai poliziotti. Il versamento si può effettuare sul cc bancario IT75G0200805181000300410812 Unicredit intestato a Consap Segreteria Nazionale, con la causale “contributo acquisto divise polizia italiana”.

Giorgio Innocenzi Igor Gelarda
Segretario Nazionale Generale Dirigente Nazionale



   

 

 

3 Commenti per “Poliziotti costretti a comprare le divise estive, Consap lancia una sottoscrizione”

  1. Signor Giorgio Innocenzi, io personalmente avrei aderito volentieri alla vostra lodevole iniziativa ma andrei contro i miei principi, ossia 1° i soldi debbono essere messi senza si e senza ma dal Governo, 2° che li cominciassero a mettere chi prende 20/30/40/50 e oltre mila euro al mese, di cui questi poliziotti non solo li scortano con l’auto del Governo a spese dei cittadini ma gli fanno anche la guardia sotto casa, 3° si cominciassero a cappiare in tasca anche i politici tutti specialmente quelli dei PDIOTI compreso i saltatori di poltrone e voltagabbana, che pensano solo ai c…i loro e non glie ne frega un tubo dei Poliziotti, e dei cittadini che si stanno suicidando tutti i santi giorni, Signor Innocenzi io sono solidale con le forze dell’ordine ma stavolta fatevi sentire non fate come i politici che vanno nell’ UE per battere i pugni sui tavoli per difendere i nostri diritti e tornano come agnellini da latte, aggiungo altro il Governo spende fior di milioni di Euro per alberghi di lusso ai clandestini e non vogliono dare i soldi dovuti per le Forze dell’Ordine be M……………i

  2. Con tutto il rispetto che ho per la polizia…ma questo di venir a battere cassa a noi e no, ma non ci penso minimamente a donare. Siete sotto stato? Andate a batter cassa li e non sempre da noi e che cacchio!!!

  3. Con tutto o sequestro fatti . il Capitale alle BanKe.-(che secondo le leggi lo prestano al tale interesse. E non sforano nel debito. alla chiusra dei conti alle ore 17 di ogni giorno. … Una morale anche Già ‘ENPAS dei dipendenti pubblici. La ritenuta a Ruolo., per assistenza Sanitaria. Questo SI questo NO se hai bisogno del denaro per curarti te lò diamo a prestito a tanto per cento(denari nostri).
    TANTO IL POPOLO E’ “COGLIONE” UNA MORALE AMPLIFICATA IN TUTTI I CAMPI.-E SE UNO CI METTE LA BOCCA . E’ UN COMUNISTA O FASCISTA.-
    PARTITI TOTALITARI. = NOI SIAMO IN DEMOCRAZIA : DEMENZIALE.!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -