No Expo, Pisapia (Sel): “Sconfitto chi voleva vedere il sangue. Sono felice”

pisapia

alle spalle di Pisapia un poliziotto colpito da una molotov

 

Pisapia: “Sconfitto chi voleva vedere il sangue” – “Sono arrabbiatissimo per quello che è accaduto venerdì pomeriggio ma sono più felice perché, girando la città, ho visto la gente contenta di tutte queste bellezze che Milano offre loro. E sono molto orgoglioso per la risposta immediata che i milanesi stanno dando a chi avrebbe voluto una nuova Genova, a chi – e non solo tra i black bloc – avrebbe voluto veder scorrere il sangue”, ha detto, intervistato da Repubblica, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia a proposito dei disordini nel giorno dell’inaugurazione dell’Expo.

Il video spiega perchè non si è visto il sangue: i poliziotti ridotti all’impotenza

 

Alfano: “Divieti preventivi come per il calcio” – Nell’attesa del nuovo disegno di legge sulla sicurezza urbana per evitare altre scene di guerriglia il governo lavora a “divieti preventivi come avviene per le partite di calcio”, sarà dato “uno strumento più efficace ai prefetti”, spiega in un’intervista al Corriere della Sera il ministro dell’Interno Angelino Alfano che sulle violenze di Milano nel giorno dell’inaugurazione dell’Expo ribadisce: “il peggio è stato evitato”.

“Mentre esplodono le bombe carta, uomini e donne delle forze dell’ordine devono prendere decisioni – afferma -. E io posso dire che hanno fatto una scelta intelligente perché i manifestanti volevano essere inseguiti in modo che si scoprissero i presidi che impedivano ai manifestanti l’accesso al centro storico della città. Hanno lanciato le molotov per distrarre gli agenti e pianificare attacchi altrove, invece si è riusciti a impedirlo”.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

urss Uno dei principi cardine del globalismo elitario è: fine dei confini e delle nazioni
Aprire i confini, lasciare che i territori nazionali siano inondati da migranti. “sostituire le popolazioni”, flussi di gente che non ha la minima intenzione di accettare costumi e stili di vita in voga nelle loro nuove case.

separator

papa-francesco-e-benedetto-xvi

Nel 2005 Bergoglio attaccava Benedetto XVI per le dichiarazioni sull’islam
Nel 2005, quando Papa Benedetto XVI, citando un testo medievale,  ha dichiarato che il profeta Maometto, fondatore della fede islamica, è stato “cattivo e disumano”, ha fatto infuriare la popolazione musulmana.
..

mogheriniLe pericolose frequentazioni di Federica Mogherini
«E poi quando mi dicono che la Mogherini è inesperta gli dico di chiedere cosa ne pensa Kerry». Quando il presidente del consiglio Matteo Renzi rispose in questo modo durante una conferenza stampa in tanti pernsarono a una richiesta di referenze rivolta al segretario di Stato Usa. In realtà c’era di più

crolloRipresa Usa? Bugie: le statistiche sono truccate. Gli Usa sono in recessione costante
Ci raccontano che l’America di Obama ha superato la crisi del 2008 crescendo del 4,6% all’anno? Falso: ricalcolando i dati senza i filtri convenzionali delle statistiche, dice Giuseppe Masala, scopriamo che anche gli Usa sono in recessione costante

separator

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -