Traffico di droga nei campi nomadi, un arresto a Sassuolo

nomadi

 

Modena – Gli agenti della Polizia Municipale di Reggio Emilia hanno “sconfinato” in terra modenese per mettere a segno l’arresto di uno spacciatore di hashish. Nella rete dei vigili reggiani era infatti finito da qualche tempo un ragazzo marocchino di 24 anni, residente a Sassuolo, in un condominio del quartiere Braida. Nella giornata di mercoledì scorso è scattata la perquisizione domiciliare, conclusasi appunto con l’arresto del giovane magrebino.

Nel suo appartamento sono stati rinvenuti svariati panetti di hashish, per un peso totale di 3,4 kg, opportunamente nascosti in diversi punti della casa. Gli inquirenti hanno appurato che si tratta proprio della stessa partita di droga rinvenuta a Reggio Emilia nel dicembre scorso durante l’operazione in cui fu scoperto il 24enne, che allora riuscì a sfuggire alle forze dell’ordine.

Si tratta infatti di una pista partita da un campo nomadi reggiano, dove gli agenti arrestarono due persone, sorprese a confezionare dosi di hashish destinate al mercato cittadino. Ora il giovane marocchino si trova in carcere a Sant’Anna in attesa di giudizio

modenatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -