Isis, la Germania fa rientrare i Jihadisti pentiti: “vita da incubo, abbiamo subito violenze”

isis-germania

 

I jihadisti tedeschi che sono rientrati in Germania dopo aver militato per un periodo tra le file dello Stato islamico (Is) in Siria e Iraq hanno raccontano del clima di terrore che si respira nell’organizzazione e delle violenze che la sua leadership riserva ai suoi stessi miliziani.

Secondo un articolo del quotidiano Sueddeutsche Zeitung, circa 200 ‘foreign fighters’ tedeschi sono rientrati in patria e più o meno un quinto di loro ha deciso di collaborare con i servizi di sicurezza tedeschi. I loro racconti testimoniano il clima di paura e sospetto e la spietatezza che contraddistinguono le milizie dell’Is.

Uno dei testimoni ha raccontato di essere stato rinchiuso in una sorta di “mattatoio” perché si era rifiutato di consegnare il suo passaporto. Il luogo aveva le pareti completamente imbrattate di sangue, mentre nella sua stessa cella c’era un cadavere decapitato.

Chi è sospettato di spionaggio viene torturato, quindi ucciso a colpi di arma da fuoco o decapitato. Uno dei jihadisti pentiti ha raccontato di un nuovo arrivato giustiziato perché aveva nascosto il suo telefono cellulare, che secondo i suoi superiori poteva essere utilizzato dai paesi della coalizione guidata dagli Usa per localizzarli.

Chi prova a lasciare il fronte senza il permesso scritto di un emiro viene ucciso immediatamente. Molti vengono sottoposti a brutali prove di coraggio, come uccidere innocenti solo per dimostrare di essere pronti a eseguire qualunque ordine dei superiori.

La Germania, e soprattutto le autorità della Renania Settentrionale-Vestfalia, da cui provengono almeno 50 dei jihadisti rientrati da Siria e Iraq, sono in estrema allerta, alla luce dei metodi brutali con cui sono stati addestrati. adnkronos



   

 

 

4 Commenti per “Isis, la Germania fa rientrare i Jihadisti pentiti: “vita da incubo, abbiamo subito violenze””

  1. E se fosse tutta una manovra dell’Isis? Come hanno fatto a tornare in Germania in modo così facile?

  2. E poi pentiti? E come ha fatto la Germania a farli rientrare? Ha pagato qualche riscatto all’Isis? E quelli dell’Isis hanno acconsentito? Sono fuggiti per caso? Non è affatto facile per non dire impossibile senza essere presi e torturati!!! La Germania dovrebbe rendere conto anche all’Europa di quello che ha fatto!!! E spiegare come ha organizzato il loro rientro in patria!

  3. E chi ci dice che questi siano pentiti… E come mai sono potuti rientrare? Mah

  4. Rimandateceli a calci in culo!!!!

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -