Schulz contro Tsipras: la smetta di attaccare la Merkel

schulz

 

Il presidente dell’Europarlamento Martin Schultz, tedesco, ha esortato il nuovo primo ministro greco Alexis Tsipras a smetterla di attaccare la cancelliera Angela Merkel e il governo di Berlino, affermando che la retorica antitedesca ha “lo sguardo corto”.

Schulz, nell’edizione domenicale del giornale Die Welt, ha detto di aver trasmesso questo consiglio a Tsipras nell’incntro che ha avuto con Tsipras, il quale vuole la fine dell’austerità e una ricontrattazione del debito greco.
“Gli ho raccomandato con insistenza un disarmo usl piano verbale. Questo non porta a niente” ha dichiarato Schulz. “Tsipras – ha aggiunto – è stato avvertito di smetterla con i suoi attacchi contro Angela Merkel. Anche perché, ha aggiunto, sarà il governo tedesco che alla fine dovrà aiutarlo.

Ma che cosa è successo? Tsipras ha comunicato a Schulz di voler portare la Merkel davanti al tribunale internazionale dell’Aia, dichiarando che gli oligarchi greci sono stati corrotti nell’interesse delle multinazionali tedesche.

La Germania corrompeva funzionari greci per vendere miliardi di armi

La Germania ha ribadito, dopo le elezioni greche che hanno portato alla grande vittoria del movimento di sinistra Syriza, che si attende il rispetoo degli impegni presi da Atene con i governi precedenti in materia di riforme economiche e fiscali. Inoltre Merkel ha chiarito che non intende neanche sentir parlare di una “nuova riduzione” del debito greco.
(Fonte Afp)



   

 

 

3 Commenti per “Schulz contro Tsipras: la smetta di attaccare la Merkel”

  1. La verità fa mal, .vero ;schulz ?

  2. nico zerocinquenove

    Macchè riduzione ! Non va pagato nemmeno in parte, nemmeno quella parte che ci riguarda.
    Noi dobbiamo agire allo atesso modo:
    non pagare nulla del nostro debito !
    Come reagiranno ? Bombardano Roma e Milano?
    Habbiamo già restituito anche troppi interessi.

  3. Tsipras Alla Merkel gli deve dare solo un calcio nel piccione e uno nei coglioni a Schulz e Renzi!!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -