Ucraina, Renzi regala a Poroshenko 90 veicoli armati dell’Iveco

renzi-poros2

 

6 sett – L’Italia è pronta a fornire un contributo finanziario nel 2015 al Trust Fund della Nato a favore dell’Ucraina. Lo ha annunciato il premier italiano Matteo Renzi nel corso del vertice a cinque (Italia, Usa, Germania, Francia e Regno Unito) con il presidente ucraino Petro Poroshenko, primo appuntamento del summit Nato che si è aperto oggi a Newport nel Galles, sexcondo quanto riportato dal sole24ore

Dopo aver insultato le nostre forze dell’Ordine, sicurezza e difesa, dicendo che non avrebbe ceduto ai ricatti perchè Lo Stato non ha soldi, all’improvviso ha trovato le risorse  per gli armamenti da regalare agli stranieri.

Renzi, secondo quanto si è appreso, ha inoltre anche reso noto al presidente ucraino Poroshenko davanti al presidente Usa Barack Obama, al premier inglese David Cameron, al presidente francese Francois Hollande e alla cancelliera Angela Merkel che il Governo italiano ha autorizzato i negoziati per l’acquisizione da parte delle forze armate ucraine di 90 veicoli armati dell’Iveco.

Nel suo intervento al G5 sull’Ucraina Renzi è stato particolarmente fermo nel condannare il comportamento della Russia. «Non possiamo accettare – ha spiegato il premier – azioni che destabilizzano seriamente l’Ucraina dell’Est e non si possono accettare violazioni alle leggi e ai principi internazionali». Da qui la necessità di una risposta ferma e immediata che preveda un aumento del pressione su Mosca con nuove sanzioni anche nel settore finanziario, della difesa e delle tecnologie a doppio uso (civile e militare).



   

 

 

3 Commenti per “Ucraina, Renzi regala a Poroshenko 90 veicoli armati dell’Iveco”

  1. Mi sembra quanto meno avventato questo ragazzo che si è montato la testa e perché ha navigato nel laghetto dei giardini Margherita si sente un capitano di lungo corso e colla sua barchetta a remi a la pretesa di doppiare capo Horn e nella stagione cattiva. Qualcuno gli spieghi che a fare gli zelanti se scoppiano guerra ti trovi in prima linea ma se scoppia la pace è ancora peggio perché del servo rabbioso l’ex nemico mica si dimentica e gliela fa pagare.

  2. Se questo resta Presidente del Consiglio tra mille giorni non resterà più nulla della nostra Italia.

  3. Grande Renzi continua così non c’è ancora abbastanza crisi, fossi in te aumenterei il costo della benzina di un 20 centesimo tanto l’italiano è “pappagone” bela qualcosa ma alla fine essendo pecora si lascia tosare.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -