Padova: Non può prelevare 100mila euro, correntista sfonda la porta della banca

prestitoPADOVA, 16 apr –  – Purtroppo è passato dalla ragione al torto nel giro di tre minuti. Voleva prosciugare il suo conto corrente e ritirare una cifra superiore ai 100mila euro, come era suo diritto, visto che i soldi erano suoi, ma è finita male. Di fronte al direttore della Cariveneto di Pontevigodarzere e ai suoi impiegati che hanno chiesto le classiche 48 ore per procurare la liquidità necessaria, il cliente, A. P. di 47 anni, ha prima minacciato tutti di diventare violento.

Ha riferito che quei soldi sono suoi e può ritirarli quando vuole senza preavvisi. In questi momenti concitati i presenti hanno provato a farlo ragionare, ma inutilmente. Ormai consapevole che le sue richieste necessitavano di qualche giorno, il padovano è uscito dalla filiale, ma prima di andarsene ha sfondato il vetro della porta d’uscita a calci. La scena si è consumata davanti a clienti spaventati e personale della banca incredulo.

Il correntista è stato denunciato per minacce e danneggiamenti. A supportare la dinamica dei fanti raccontata dal direttore di filiale, ci sono anche i video della sicurezza. gazzettino.it/NORDEST/PADOVA



   

 

 

3 Commenti per “Padova: Non può prelevare 100mila euro, correntista sfonda la porta della banca”

  1. Adesso gli chiederanno 100.000 euro di danni.

  2. Ed ha perfettamente ragione, sono i miei soldi ed io non aspetto le 48 ore previste. Li ho, mi servono in questo istante, te me li procuri non in 48, ma in 2 ore massimo. Quando te levano i soldi, non lo fanno a rate, te le levano nell’immediato!!!

  3. e fu così che la banca chiederà 100.000 tra danni materiali e morali, spavento dei clienti ecc. e il tapino non beccherà nemmeno un Euro….

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -