Eccellenze italiane “svendute” agli arabi, nasce il marchio “Egyptaly”

egitto2 LUG – Un ponte di cooperazione tra l’Europa e il mondo arabo: sara’ il presidente del Senato egiziano, Ahmed Fahmy, a presenziare in Sicilia alla prima tappa dell’intesa tra il Ministero dell’Industria d’Egitto e il Consorzio Qualitaly, che da anni si occupa della promozione delle eccellenze italiane all’estero. Partner costitutivi dell’intesa, oltre al Ministero, sono l’Accademia Kiac e la Fondazione Rosa El Youseff, insieme alla Regione Siciliana e i suoi assessorati alle Attivita’ Produttive, al Turismo e all’Agricoltura, con la collaborazione di Confindustria Sicilia ed Enterprise Europe Network.

L’obiettivo e’ l’avvio di un piano di programmazione industriale e commerciale tra l’Egitto e l’Italia – come piattaforma di lancio sia verso l’Europa sia verso il resto del mondo arabo – che pone le basi sulla creazione del marchio “Egyptaly”, un nuovo codice di garanzia per un sistema di interscambio e produzione di beni, servizi e attivita’ culturali, che prende vita dalla condivisione degli obiettivi delle due nazioni.

La firma dell’accordo e’ prevista in Sicilia giovedi’ e venerdi’ prossimi, in occasione del Forum Italo-Egiziano a cui parteciperanno le confederazioni industriali dei due Paesi, i rappresentanti delle Camere di Commercio italiane e dei paesi arabi, oltre che le delegazioni del settore bancario, produttivo e imprenditoriale.(ANSAmed).



   

 

 

1 Commento per “Eccellenze italiane “svendute” agli arabi, nasce il marchio “Egyptaly””

  1. Chi vivrà vedrà!ci credo poco a codeste intese.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -