Istat: diminuisce anche il consumo di acqua

Condividi

 

acqua22 GEN – Per il decimo anno consecutivo si riducono i consumi domestici di acqua potabile. Nei comuni capoluogo il consumo di acqua potabile nel 2011 e’ in media pari a 175,4 litri (64 metri cubi) per abitante al giorno. Lo afferma l’Istat nel rapporto ‘Noi Italia. 100 statistiche per capire il Paese in cui viviamo’, secondo cui ”il calo rispetto all’anno precedente”, pari al 3,7%, conferma ”la costante riduzione dei consumi di acqua dovuta alla maggiore attenzione dei cittadini nell’utilizzo della risorsa idrica”.

Nel lungo periodo la contrazione dei consumi e’ stata di poco inferiore al 15% (era 206,1 litri per abitante al giorno nel 2002). Nei comuni capoluogo di provincia il consumo di acqua potabile fatturata per uso domestico ammonta a 1,16 miliardi di metri cubi (meno 3,4% rispetto al 2010). Il 15,5% dei capoluoghi consuma tra i 200 e i 240 litri di acqua potabile per abitante al giorno; circa la meta’ tra i 150 e i 200 litri; il 34,5% tra 100 e i 150. Solo Agrigento ha consumi giornalieri inferiori ai 100 litri pro capite (96,2), a causa anche delle interruzioni nella distribuzione dell’acqua; lo stesso avviene in alcuni capoluoghi sulle isole.

Tra i 18 comuni con i consumi pro capite piu’ elevati, in testa si piazzano Lodi e Catania, rispettivamente con circa 240 e 230 litri al giorno. Tra i grandi comuni, i consumi pro-capite giornalieri di acqua potabile superano i 200 litri a Milano, Torino, Roma, Catania e Messina. Negli altri grandi comuni la tendenza e’ verso la diminuzione, soprattutto a Firenze (-10,7%) e Genova (-6,5%). (ANSA).

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -