Kabul: avvelenate 30 studentesse, secondo episodio in 4 giorni

KABUL, 27 MAG – Decine di allieve di una scuola femminile di Taloqan, capoluogo della provincia settentrionale afghana di Takhar hanno dovuto far ricorso oggi alle cure dei sanitari per un principio di avvelenamento le cui cause sono per il momento sconosciute.

Lo riferisce l’agenzia di stampa Pajhwok. E’ la seconda volta in meno di una settimana che il problema si propone nel liceo femminile Bibe Hajera della citta’, dove il 23 maggio ben 130 ragazze si sono presentate in ospedale con forti dolori al ventre.

Dietro questo vile attacco ci sarebbero i talebani, i quali fanno questo per evitare che le ragazze vadano a scuola.

Ormai lo sanno tutti e ora che la democrazia sta prendendo piede in Afghanistan, tutti vogliono che le ragazze vengano educate. Ma non è quello che vogliono i talebani. Una situazione davvero difficile dove ancora una volta a pagare sono gli innocenti.

La scorsa settimana 550 scuole in 11 provincie sono state chiuse dagli estremisti islamici.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -