Scuola senza banchi, bambini in ginocchio scrivono sulle sedie

“Cara Azzolina, questi sono gli alunni di una classe genovese, che scrivono in ginocchio perché non hanno i banchi che avevate promesso”.
Lo scrive il governatore della Liguria, Giovanni Toti. “E non sarebbero gli unici purtroppo! I nostri bambini, le maestre e le famiglie non meritano questo trattamento, soprattutto dopo i sacrifici fatti in questi mesi in cui era anche un dovere morale lavorare per evitare tutto questo”, aggiunge su Facebook. “Io lo trovo inaccettabile e sto già scrivendo una lettera alla Direzione scolastica per intervenire immediatamente. Un’immagine come questa non è degna di un Paese civile come l’Italia”.

Azzolina – “Facciamo tutti insieme il tifo per questa ripresa”. Lo ha detto, visibilmente commossa la ministra all’Istruzione, Lucia Azzolina, al termine del suo discorso a Vo’ per l’avvio dell’anno scolastico, sottolineando come non abbia “mai abbandonato la nave”. “E’ arrivato il momento – ha detto, con voce rotta dall’emozione – di riportare la scuola al centro del sistema Paese. Di rilanciarla come Istituzione di primaria importanza dove davvero si gettano le basi dell’Italia di domani. Ogni minuto perso ritarderà i progressi di una Nazione intera. Per questo dico, adesso alziamo tutti bene la testa e guardiamo avanti: Itaca è proprio la’. La nostra casa, il nostro futuro. Andiamo a riprenderceli. Facciamo tutti insieme il tifo per questa ripresa – ha concluso-. Rientriamo a scuola”.

Condividi