Covid, Capossela: “mascherine danno alle donne un fascino orientale”

“Con la pandemia abbiamo scoperto un senso civico inaspettato però c’è anche un frutto avvelenato: il sospetto, la paura, la delazione”. Così Vinicio Capossela ospite in collegamento con ‘Agorà Estate’ su Rai 3. “Può essere l’occasione di prendere consapevolezza, avere un rapporto diverso con la terra dove viviamo”, continua poi il cantautore.

Poi si passa all’argomento mascherine: “Indosso spesso i cappelli perché è teatro portabile, un po’ come le mascherine: c’è fantasia da applicare”, dice l’autore di ‘Ovunque proteggi’. “Si diventa subito un po’ banditi, fa un po’ parte del completo western. Sulle ragazze le rende protagoniste di un fascino particolare, come se fossero donne orientali. Insomma, la mascherina è un cappello per la bocca”, conclude. adnkronos

Condividi