Ustica, ex generale Tricarico: “Ostinazione a nascondere la verità è sospetta”

“Si fa fatica a credere che la libera divulgazione di carte vecchie di oltre quaranta anni possa compromettere la sicurezza dello Stato. A questo punto il puntiglio con cui il Presidente del Consiglio si ostina ad ostacolare la ricerca della verità sulla tragedia di Ustica non è più un fatto strano ma sospetto”.

A dirlo all’AdnKronos è Leonardo Tricarico, ex capo di Stato maggiore dell’Aeronautica militare e membro dell’associazione “Verità per Ustica”, commentando la lettera indirizzata a Giuliana Cavazza, presidente onoraria della stessa associazione, nella quale Palazzo Chigi afferma che rendere pubbliche le note del colonnello Stefano Giovannone, capocentro del Sismi in Libano dal 1973 al 1982, che nei giorni prima della strage avvertiva il governo italiano degli imminenti pericoli che correva il nostro Paese soprattutto per mano dell’Fplp, arrecherebbe “un grave pregiudizio agli interessi della Repubblica”.

Per Tricarico, dunque, “il Parlamento, che sulla questione ha già stimolato il governo, dovrebbe rimboccarsi le maniche ed insistere in maniera martellante, ricorrendo a piene mani a tutti i poteri di controllo che la Costituzione gli assegna”.  ADNKRONOS

Ustica, generale Tricarico: “Documenti importanti su pista palestinese”

 

Condividi