Apertura scuola e rinvio voto: Ricciardi “non parlavo dell’Italia”

Non ho mai detto che riapertura delle scuole ed elezioni sono a rischio in Italia. Le scuole riapriranno e si sta facendo di tutto per riaprirle in sicurezza. Parlavo di altri Paesi dove la curva dei contagi si è rialzata in modo preoccupante. In Italia, fortunatamente, non è ancora così e dobbiamo fare di tutto per tenere la situazione sotto controllo”. Lo rileva Walter Ricciardi, dell’ Università Cattolica e consulente del Ministero della salute, in merito al suo intervento durante la trasmissione Agorà Estate.

Un duro attacco era arrivato dal presidente della Regione Liguria e vicepresidente della Conferenza delle Regioni e dal leader della Lega. “Tal Ricciardi, consulente del Governo, ventila l’ipotesi di un ulteriore rinvio del voto. Questa eventualità che non può accadere e trovo eversivo che un signore non eletto da nessuno possa anche semplicemente ipotizzare, sarebbe la dimostrazione che il Comitato tecnico scientifico del Governo è un’accolita di inetti pericolosi”, la presa di posizione di Giovanni Toti via fb. “Irresponsabile ipotizzare rinvio delle elezioni e chiusura delle scuole, questo terrorismo danneggia l’Italia. Invece di aprire la bocca, chiudano i porti”, il commento di Matteo Salvini.

Locatelli: ‘Seconda ondata Covid? Non avrà impatto della prima’ – “Non sappiamo se ci sarà una seconda ondata di Covid nè di che portata sarà , ma non sarà della stessa portata che abbiamo dovuto affrontare a fine febbraio, marzo e aprile, perchè il Paese è decisamente in grado di garantire alcune strategie cruciali per individuare e circoscrivere i focolai epidemici e produrre dispositivi individuali per prevenire la diffusione del contagio”. Lo ha detto il presidente del Consiglio superiore di sanità, Franco Locatelli, al Meeting di Rimini. L’esperienza passata, ha aggiunto, “ci insegna a non disinvestire per il futuro nella sanità”.  ANSA

Condividi