Stretta all’uso del contante, arrivano multe salatissime

Condividi

 

Se non intervengono novità dell’ultima ora, dal 1° luglio scatta una norma che riguarderà le tasche di tutti gli italiani. La limitazione, contenuta nella legge di bilancio approvata a fine 2019, riguarderà l’uso dei contanti per pagamenti di beni e servizi, con sanzioni pesantissime per i trasgressori. Ma le limitazioni non riguarderanno solo i pagamenti. Ci saranno multe salatissime dal 1° luglio se si donano o si prestano 2000 euro in contanti, come scrive www.proiezionidiborsa.it

Stretta all’uso del contante a partire da luglio – La stretta all’uso del contante è una norma contenuta nella legge di Bilancio approvata a dicembre dello scorso anno. Nella Finanziaria per il 2020 si prevede una progressiva riduzione dell’uso del contante per pagamenti di beni e servizi. In particolare è previsto che dal 1° luglio di quest’anno il tetto massimo di spesa in contanti sia di 1999,99 euro. Per cifre superiori sarà necessario usare strumenti di pagamento tracciabili dal Fisco, come bancomat, carta di credito, assegni, bonifici.



Questo tetto subirà un ulteriore abbassamento il 1° gennaio del 2022. Infatti da quella data il limite massimo di uso dei contanti per acquisti di beni e servizi scenderà a 999,99 euro. Oltre questa cifra sarà vietato utilizzare soldi cash per effettuare acquisti di qualsiasi genere. Si dovranno utilizzare, carte, assegni o bonifici

Multe salatissime dal 1° luglio se si donano o si prestano 2000 euro in contanti

Chi non rispetta queste norme e viene colto nel pagamento in contanti con cifre superiori a quelle indicate, scatteranno sanzioni amministrative pesanti. Multe salatissime che andranno da un minimo di 3000 euro a un massimo di 50000 euro a seconda della gravità dell’infrazione. Attenzione, nella violazione sono coinvolti entrambi gli attori, ovvero chi effettua il pagamento e chi lo riceve.

Inoltre il tetto non si limita alla compravendita di beni e servizi, ma vale anche se si fanno donazione o si prestano soldi a parenti e amici.

Quindi dal 1° luglio attenti a prestare in contanti più di 2000 euro a un vostro parente o a un amico. O a regalare a vostro nipote, a vostro figlio o ai vostri genitori una somma in contanti superiore a 2000 euro. Rischiate una multa fino a 50mila euro. Voi e loro.



   

 

 

Lascia un commento

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -