Basta con questa gestione fantozziana dell’Emergenza! Usciamo dalla UE

di Ornella Mariani

Mentre l’Uomo del Quirinale continua a tacere a fronte della devastante incompetenza del quadro istituzionale che ci ha imposto, coltivando le prerogative di Specialista in necrologi e commemorazioni e Dispensatore di “Medagliette” e di spicciola Retorica, tengono banco notizie che inquietano la nostra reclusione:

1)Con patologico narcisismo Conte, fotografato con Speranza, dichiara “Ci giudicherà la Storia!”: la Storia non agiterà neppure lo sciacquone del cesso per Lui ed i Sodali ai quali sfugge che, se si manifestassero i problemi di liquidità paventati dall’INPS, il giudizio lo emetterà la Piazza. E sarà la più disperata guerra fra Poveri!

2)In una manciata di ore è stato pubblicato l’ennesimo Decreto con relativo modulo di autocertificazione, a conferma della più fantozziana gestione dell’Emergenza sanitaria ancorché economica da parte di un Premier che, distraendoci con noiosi vaniloqui mirati a nascondere l’utilizzo della tragedia, ha fatto intenzionalmente precipitare la situazione; ha manifestato ogni acquiescenza ai più ripugnanti diktat di un’Europa decisa a varare per l’Italia il modello del salvataggio greco: non è un caso se Junker ne lodasse la metamorfosi da “burattino” ad Emulo di Tsipras; ha scavalcato il Parlamento con una pericolosa ambiguità, respingendo nei fatti le richieste più sensate della Opposizione a partire da quelle sulla moratoria fiscale; ha affidato le comunicazioni ufficiali a Facebook, adottando una bolsa irritualità; ci ha imposto condizioni insostenibili per assumere i pieni poteri.

3)Mario Draghi ha declinato il nuovo whatever it takes, insistendo sulla indifferibile urgenza di assumere decisioni straordinarie e varare interventi pubblici mirati all’aumento della liquidità, anche aumentando il debito pubblico “…perché il rischio è che la crisi non sia ciclica ma diventi strutturale…” e “…perché la pandemia del coronavirus è una tragedia umana potenzialmente di proporzioni bibliche”.

A queste dichiarazioni, finalmente fulminato dal Patriottismo sulla via di Damasco, il Tribuno di Volturara Appula ha reagito con un annuncio shock: ha invocato il Golden Power sulla Industria strategica italiana ovvero lo scudo che, introdotto per decreto nel 2012, in caso di “minaccia di grave pregiudizio” affida al Governo l’esercizio di poteri speciali in tema di difesa e sicurezza nazionale e dei settori dell’Energia; dei Trasporti e delle Comunicazioni previsti nell’ambito strategico, fino alla Banda larga con Tecnologia 5G.

Evidentemente l’irrigidimento coraggioso nei confronti dell’Europa mira a prevenire il tonfo politico e la perdita della poltrona.
Di fatto, il pressing popolare è diventato insostenibile: Mattarella dovrà smettere di tergiversare con appelli accattoni alla solidarietà europea e dovrà assumersi responsabilità inequivoche rispetto alla tragedia nazionale ed ai fermenti che agitano il Paese, mentre la Gente continua a morire.

In realtà, l’unica possibilità di non affondare definitivamente risiede:
nell’uscita dalla UE;
nel ritorno alla sovranità monetaria;
nel licenziamento di questo Gruppo di Cialtroni e Ciarlatani che, con sordida e impudente incapacità ha portato l’Italia sull’orlo del baratro, mantenendo aperto anche il fronte delle polemiche inutili.

Toninelli, elemento di un Gruppo di Comici anche ignoranti, ha dichiarato che “in Europa ci sbeffeggiavano ai tempi di Berlusconi” non sentendosi, invece, sbeffeggiato dalla presenza di un Bibitaro agli Esteri!.

Si fa insistente l’ipotesi di un Governo Draghi.
Non è un bene, ma c’è il rischio che Mattarella maturi idee ancor più peregrine vagheggiando l’investitura di una Signora di cui la Farnesina farebbe volentieri a meno.

Dulcis in fundo due News:

l’iscrizione, da parte della Procura della Repubblica di Messina, nel registro degli Indagati del Sindaco Catena de Luca, per il reato di vilipendio alla Signorina Lamorgese cui sfugge la condivisibile esasperazione di un Amministratore sensibile ad una tragedia epocale; ligio alle contraddittorie prescrizioni in circolazione e coraggiosamente sprezzante del giustizialismo d’accatto imperversante;

il delirio incommentabile dell’Imam Jamil Al- Mutawa che, contiguo al Terrorismo di Hamas, applaude il Virus come “Soldato di Allah” inviato per punire l’Europa “corrotta, cristiana ed infedele”.
Prudente silenzio del Vaticano.

Condividi