Prof Sinagra: narcisismo impedisce a Conte di dimettersi

PENSIERINO DELLA NOTTE – Io non so se veramente Kluaus Regling, capo del MES, ha detto che “Spagna e Italia devono inginocchiarsi”. Se così è vorrei ricordargli che lui e quelli come lui sono i degni discendenti di coloro che vestivano con la pelle di animali, ignoravano la scrittura, mangiavano con le mani e si pulivano il culo strofinandolo per terra, mentre noi siamo i discendenti di coloro che dettavano le leggi al mondo e promuovevano la letteratura, le arti e la scienza. In altre parole vorrei dirgli che è soltanto un piccolo stronzo psicopatico. Mi scuso per qualche mia volgarità ma non ho potuto fare diversamente. AUGUSTO SINAGRA.

SECONDO PENSIERINO DELLA NOTTE – Cari Amici, abbiamo sbagliato e siamo stati ingiusti nel criticare politicamente Giuseppe Conte. Dobbiamo, invece, aiutarlo e fargli sentire il nostro affetto e umana comprensione. Egli è un uomo solo (non basta Rocco Casalino), consapevole della sua inadeguatezza a fronteggiare una situazione gravissima. Il suo narcisismo gli impedisce di dimettersi, come forse vorrebbe. L’incapacità gli provoca paura e lo butta nel panico. Lo rende inconsapevole di quel che fa. Pensa di governare senza Parlamento, consultando con ignoti parlamentari di suo gradimento. Emana decreto a raffica (ma prima li annuncia su fb) violativi della Costituzione e delle leggi:modifica da solo le sanzioni penali, estende le competenze dei Presidenti di Regione fissate dalla Costituzione e dalle leggi. E quant’altro corrisponde ad una convinzione di onnipotenza. Chiedo agli Amici medici se la mia “diagnosi” è sbagliata. Lo chiedo in particolare al Prof. Adriano Segatori, autore di una memorabile perizia psichiatrica avente ad oggetto Emmanuel Macron. Aiutiamo Giuseppi !!!

AUGUSTO SINAGRA.

Condividi