Calenda: UE ha chiesto più investimenti in sanità e meno in pensioni

“L’Europa ha sempre chiesto più investimenti in sanità e scuola, e meno in pensioni. L’opposto di quello che hai fatto. Fregarsene delle regole (peraltro ora sospese) in un momento di emergenza è necessario, fregarsene della verità è molto pericoloso. E’ il momento di crescere”.

Così Carlo Calenda risponde su Twitter a Matteo Salvini secondo cui è necessario rivedere tutte le regole europee.
Chi (UE-Germania)  impone a uno Stato di scegliere tra la Sanità e una pensione dignitosa agli anziani, come si definisce? Noi lo sappiamo, ma non lo possiamo dire!

A quanto pare invece la Commissione Europea in 7 anni ha raccomandato 63 volte agli stati europei di tagliare la spesa per la sanità e procedere con le privatizzazioni.
Studio commissionato da un partito di sinistra tedesco.

Condividi