Coronavirus, Bonafede: braccialetti elettronici per liberare i detenuti

ROMA, 14 MAR – Incrementare il numero dei braccialetti elettronici come uno degli strumenti per consentire al sistema delle carceri di reggere l’emergenza Coronavirus. E’ ciò che starebbe valutando – a quanto si apprende – il Guardasigilli, Alfonso Bonafede, in vista del prossimo decreto del governo, previsto fra oggi e domani. Si punterebbe dunque a procedure velocizzate per i detenuti per usufruire, in tempi brevi e tenuto conto della buona condotta, dei braccialetti elettronici.

Quella sui braccialetti è solo una delle norme di un “pacchetto” a cui il ministro sta lavorando per permettere al sistema dell’esecuzione della pena di reggere l’emergenza Coronavirus. Mentre è di ieri la notizia dell’immissione in servizio anticipata di oltre mille nuovi agenti di polizia penitenziaria, destinati agli istituti di tutta Italia.  ANSA

Condividi