Coronavirus, attività giudiziaria ferma fino al 31 maggio

ROMA, 7 MAR – Via libera del Cdm alla facoltà, per il capo dell’ufficio giudiziario, di sospendere fino al 31 maggio le attività (e quindi le udienze, per i reati non gravi). La sospensione, si legge nel decreto, avviene in caso di “emergenze epidemiologiche certificate”.

La sospensione non si applica per le udienze relative alle dichiarazioni di adottabilità, ai minori stranieri non accompagnati, ai minori allontanati dalla famiglia e ad alcuni tipologie di udienze di convalida dell’arresto o del fermo.ANSA

Il ministro Bonafede ha sottolineato che le misure valgono fino al 31 maggio, ma se ci sarà un clo dei contagi si tornerà lentamente alla normalità.

Condividi