Italia chiede flessibilità. UE: risponderemo al momento appropriato

“La previsione di deficit per il 2020 salirà al 2,5% del Pil”. Così il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, richiede alle autorità europee un maggior deficit di 0,3 punti percentuali – la previsione precedente era 2,2% – attraverso una lettera al vicepresidente della Commissione Ue Valdis Dombrovskis e al Commissario Ue agli Affari economici Paolo Gentiloni.

“La Commissione Ue ha ricevuto la lettera del ministro dell’Economia italiano, che informa la Commissione dell’avvio del processo legislativo del pacchetto di misure per l’economia. La Commissione risponderà nel momento appropriato. Tale comunicazione è obbligatoria in base alla legge italiana, ma non richiede approvazione da parte della Commissione in questa fase”: lo fa sapere un portavoce della Commissione europea.  ANSA

Condividi