Coronavirus, Lombardia: 2.251 casi accertati, 244 in terapia intensiva

Ennesima giornata di “trincea”, giovedì 5 marzo, per la lotta alla diffusione del contagio del Covid-19 coronavirus in Lombardia. L’ultimo bilancio lombardo — reso noto alle 17 di giovedì 5 marzo dall’assessore al Welfare della Lombardia, Giulio Gallera — è di 2.251 casi accertati. Sono 1.169 le persone ricoverate negli ospedali della Regione e 244 di queste si trovano nei reparti di terapia intensiva. 364, invece, sono in isolamento domiciliare. I deceduti sono 98. Infine le persone guarite da Covid-19 sono 376 .

Analizzando gli ultimi dati si evince che in Lombardia, rispetto a mercoledì 4 marzo, si sono registrati 431 nuovi casi. Sono aumentati anche i ricoveri in terapia intensiva (+ 35 unità) e si sono registrati 25 nuovi decessi.

In pochi giorni i letti della terapia intensiva dedicati ai pazienti affetti da Coronavirus sono diventati 321 (erano 220 nella giornata di mercoledì 4 marzo).

“Gli ospedali stanno riconvertendo velocissimamente molti reparti per le persone che hanno bisogno della pneumologia e della terapia intensiva. Molti nosocomi hanno aperto i reparti utilizzando le aree di risveglio delle camere operatorie”, ha spiegato Gallera.

Coronavirus, apre l’ospedale di Baggio – “L’ospedale di Baggio è stato allestito completamente quindi è pronto. Oggi c’è stato un momento di confronto tra tutte le Ats sui protocolli di accettazione, domani (venerdì 6 marzo, ndr) dovrebbero arrivare i primi casi, uno dovrebbe essere di Brescia e uno di Bergamo”. Lo ha detto l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera in collegamento video durante la conferenza stampa in Regione parlando della struttura di Baggio dove come aveva spiegato lo stesso assessore i giorni scorsi saranno accolti pazienti dimessi dagli ospedali perché in via di guarigione, ma ancora positivi ai tamponi per il coronavirus.

www.milanotoday.it

Condividi