Torino, marocchino sputa alle donne “Sono inferiori”

Lunedì pomeriggio, 10 febbraio, in pieno centro a Torino un uomo cammina sotto i portici di via Roma, fra Piazza Carlo Felice e Piazza San Carlo, e sputa all’indirizzo delle donne che incrocia. “Io sono superiore, loro sono inferiori”, spiegherà poi una volta bloccato. A seguito di diverse segnalazioni al 112, una volante della polizia individua l’autore del gesto davanti a un bar di Piazza San Carlo.

Al controllo dei poliziotti, l’uomo, privo di documenti, rifiuta di declinare le proprie generalità e mantiene un comportamento ben poco collaborativo, prima asserendo di non aver fatto nulla poi riferendo agli agenti che al passaggio di una donna è solito sputare perché si considera superiore.

Una volta intuito, però, che i poliziotti avrebbero proceduto nei sui confronti, l’uomo tenta di corromperli offrendo a uno di loro 10 euro. Al rifiuto dell’agente, l’uomo tenta addirittura di infilargli la banconota nella giacca della divisa poi passa (di nuovo) agli sputi: questa volta nei confronti degli agenti che vengono anche insultati.

Infine l’uomo, un cittadino marocchino di 42 anni con numerosi precedenti di polizia, tenta di colpirli con dei calci alle gambe. Portato negli uffici della questura, il 42enne viene arrestato, oltre che per l’istigazione alla corruzione, anche per la resistenza opposta.

www.torinotoday.it

Condividi

 

One thought on “Torino, marocchino sputa alle donne “Sono inferiori”

  1. Mi chiedo come sia possibile che tanti criminali stranieri, pure già noti agli organi giudiziari e di polizia, continuino a restare in Italia e a piede libero.

    Anche attraverso ciò passa la integrazione di questa gentaglia?

Comments are closed.