Ripete le parole di un arcivescovo nigeriano, Santanché indagata per razzismo

“L’80% delle ragazze nigeriane che arrivano in Italia e’ vittima di traffico sessuale”. Lo ha affermato Ignatius Ayau Kaigama, Arcivescovo di Jos e Presidente della Conferenza Episcopale della Nigeria, nel suo discorso alla Conferenza internazionale contro il traffico di esseri umani in Africa ad Abuja. La conferenza era stata organizzata dalla Caritas in collaborazione con COATNET (Christian Organisations Against Trafficking in Persons Network).

Il Presidente della Conferenza Episcopale della Nigeria – scrive Fides – ha altresi’ lanciato un appello al governo nigeriano “perche’ consideri il problema del traffico delle persone come una disgrazia nazionale e prenda misure urgenti e durevoli per affrontare le cause alla radice. Questo specialmente alla luce del fatto che recenti rapporti affermano che l’80% delle ragazze nigeriane che arrivano in Italia, lo fanno per motivi di traffico sessuale”.  AGI.IT

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Lo stesso concetto è stato ripetuto da Daniela Santanchè che ora è indagata per “diffamazione aggravata, propaganda e istigazione all’odio razziale” dalla procura di Genova dopo la denuncia di Aleksandra Matikj, presidentessa del Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione. Una denuncia piovuta per quanto detto dalla Santanchè nel corso di una puntata di CartaBianca, il programma di Bianca Berlinguer su Rai 3: “Il 90% delle donne che arrivano in Italia vanno a fare le putt*** sulle strade. Le nigeriane!”.

La Matikj, denunciandola, ha spiegato: “Non è accettabile che noi migranti, in particolare noi donne, siamo trattate con questa superficialità da una rappresentante dello Stato italiano. Da una donna, ci si attenderebbe la solidarietà verso noi donne straniere. Vorrei ringraziare Bianca Berlinguer per averci difese nel corso della trasmissione televisiva, adempiendo al suo ruolo di Giornalista seria e preparata”, ha concluso

leggi la notizia su Libero Quotidiano

Condividi