Milano tra criminalità e vandalismi: la zona franca di via Gola

Condividi

 

https://milano.corriere.it/notizie

Non si limitano al lancio di bottiglie e oggetti vari contro un vigile del fuoco impegnato a spegnere un incendio appiccato a un cumulo di rifiuti in mezzo alla strada. I delinquenti – come dimostra un video girato la notte di San Silvestro in via Gola – insultano ripetutamente l’uomo con l’idrante in mano, fatto oggetto di cori di scherno e risate. La strada del quartiere Ticinese, anche l’ultimo dell’anno, conferma la sua fama di fortino dell’illegalità, nonostante gli sforzi continui delle forze dell’ordine. Una strada di caseggiati popolari dove – grazie a un sistema di occupazioni abusive consolidato negli anni – spacciatori nord e centro africani hanno eretto una sorta di quartier generale, dal quale viene gestito il commercio di droga al dettaglio nelle zone della Movida milanese, a partire dai vicinissimi Navigli. Un «sistema» descritto dal Corriere della Sera a giugno 2019, a seguito dell’arresto di sei spacciatori africani, presi dai carabinieri.

Gambiani senegalesi e ivoriani, di solito, sono attivi di notte sui ponti del Naviglio pavese, dove piazzano soprattutto microdosi di marijuana. Ma i padroni della piazza sono i marocchini, le cui bande contano su abitazioni, covi e appoggi logistici nel reticolo di palazzi Aler occupati illegalmente proprio in via Gola. Sono i nordafricani, secondo fonti di polizia e carabinieri, a reggere le fila della vendita di cocaina, le cui dosi vengono consegnate all’interno di cortili sorvegliati da vedette e sempre più difficilmente penetrabili da parte delle forze dell’ordine.

La notte tra il 31 dicembre e il primo gennaio 2020, invece, la strada è stata teatro di vandalismi e teppismo di strada, come testimoniato dai vigili del fuoco. «Ci hanno accerchiato. Tirato bottiglie e rubato le chiavi dell’autopompa, non permettendoci di fare il nostro lavoro», si legge nella pagina Facebook che racconta l’accaduto. Nelle immagini si vede un operatore intento a spegnere l’incendio che scansa un oggetto lanciatogli contro, poi numerosi giovani che urlano e si prendono gioco delle forze dell’ordine intervenute. «Solo l’intervento delle Volanti della PS e una botte a supporto ci ha permesso di spegnere l’incendio di rifiuti buttati in mezzo alla strada subito dopo la mezzanotte», conclude il post.

Seguiteci sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguiteci sul Social VK https://vk.com/imolaoggi

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Diffamazioni a ImolaOggi
Armando Manocchia risponde
ai professionisti della mistificazione


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -