Bracciante da 42 anni piange “non posso ancora andare in pensione”

L’appello di Lucrezia, bracciante nei campi da 42 anni: “Mi rivolgo a te che stai sulla poltrona, tu dovresti pagare la mia pensione. Tu che mangi tutti i giorni con la mia frutta, con il mio lavoro.”

 

Condividi