Svezia: in chiesa pala d’altare Lgbt

Condividi

 

di Marco Tosatti

La prima stazione di questa Via Crucis d’Avvento ce la fornisce la Svezia; e considerando quello che è successo a Terni, auspice mons. Vincenzo Paglia, ho esitato a proporla, temendo che con l’andazzo corrente potesse far venire in mente qualche cosa a qualcuno. Ma poi ho pensato che tanto fra di loro queste cosette gli innovatori se le passano di sicuro, senza stare a leggere Stilum Curiae.

E allora ecco a voi la prima pala d’altare LGBT. Come dice entusiasta la persona che ha postato la foto su Twitter

Domenica, la storia è scritta. L’unica pala d’altare LGBT della Svezia (Elisabeth Ohlsson Wallin) viene ricevuta nella chiesa di St. Paul a M-island. Certo, è appeso nel coro, accanto alla “vecchia” pala d’altare. Siamo così felici e orgogliosi!”.

Quello che appare è, ovviamente il Giardino dell’Eden…

E poi da Longuelo, Bergamo abbiamo queste belle immagini certamente evocative del Natale, e dell’atmosfera che circonda la venuta del Salvatore. Come scrive su Facebook il parroco, Massimo Maffioletti.

Da qui primi scatti dei corpi spirituali (spiriti incarnati) delle tre opere che guideranno il nostro cammino di Avvento. La tenda in cemento come sempre ospita a noi generare impressioni emozioni e pensieri. Grazie a Viveka Assembergs.

 

Condividi l'articolo

 



   

Lascia un commento


Diffamazioni a Imolaggi – Armando Manocchia risponde ai professionisti della mistificazione

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -