Danneggia 12 auto, rompe vetrata di un bar e aggredisce i Cc: arrestato nigeriano

Condividi

 

Ubriaco fradicio e in preda alla furia, si è accanito contro numerose automobili posteggiate nelle vicinanze della stazione ferroviaria di San Donà di Piave (Venezia), arrivando a danneggiarle anche in modo serio, e mandando poi in frantumi la vetrata di un bar gestito da nordafricani, prima di aggredire poliziotti e carabinieri intervenuti sul posto per placarlo. Protagonista in negativo della vicenda un 30enne di nazionalità nigeriana residente a Udine, che è stato tratto in arresto non senza difficoltà durante la mattina della scorsa domenica 1 dicembre ed è ora accusato di danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale.

Barcollante ed in evidenti condizioni di alterazione psico fisica dovute all’abuso di alcolici, l’extracomunitario ha dato in escandescenze una volta raggiunta via Sabbioni. Qui ha raccolto da terra delle pesanti pietre, per poi scagliarle con forza contro le vetture in sosta nell’area di parcheggio della stazione ferroviaria locale.



Sono in tutto ben 12 le auto danneggiate dall’africano, tra finestrini e lunotti posteriori mandati in frantumi, e per alcune di esse sono stati determinati ingenti danni, come riportato dalla stampa locale. Non solo sassi, dato che contro una delle vetture il 30enne ha lanciato addirittura un bidone della spazzatura.

Tra le vittime della furia del nigeriano anche Giorgio Talon, ex sindaco di Eraclea (Venezia), che si è trovato davanti il responsabile proprio mentre tirava un sasso contro la carrozzeria della sua auto, rimasta pesantemente danneggiata.

Ad essere presa di mira dal nigeriano anche la vetrata di un bar di via Sabbioni, mandata in frantumi con un pesante sasso. Numerose le segnalazioni alle forze dell’ordine locali da parte di vittime e testimoni dell’accaduto, che hanno poi raccontato la paura provata in quegli attimi interminabili. “Sembrava un pazzo scatenato”, dice uno dei presenti, come riportato da “La Nuova Venezia”. “Ha lanciato contro un’auto anche un bidone della spazzatura preso in via Sabbioni, poi ha iniziato a prendere le auto a sassate”, conclude.

In breve sul posto sono giunti gli uomini della polizia locale, contro i quali lo straniero si è mostrato fin da subito particolarmente ostile. Così tanto che a supporto degli agenti sono dovuti intervenire anche i carabinieri della stazione di San Donà di Piave. Rabbiosa la resistenza opposta dal nigeriano nei confronti dei tutori della legge, contro i quali si è scagliato con veemenza prima di venire fermato ed ammanettato.

Trasportato negli uffici della locale di via Ungheria Libera, è stato accusato di danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

www.ilgiornale.it

Seguiteci sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguiteci sul Social VK https://vk.com/imolaoggi


   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -