Taranto, Giuseppi contestato dice a operaio Ilva: “lei è un maleducato”

Condividi

 

Giuseppe Conte, arrivato all’Ilva di Taranto, è stato preso d’assalto dagli operai in sciopero. “Sono qua, sono venuto” ha ripetuto il premier mentre uno dei lavoratori gli urlava: “Lei non ci rappresenta”. “Da quando siamo stati messi in cassa”, ha gridato un altro, “siamo indesiderati non possiamo entrare. È un impianto a ciclo continuo non lo conoscete vi ci portiamo noi”.

Poi a un operaio che lo ha insultato Conte ha risposto: “Lei è un maleducato, parlerò dopo con lei. Faccia parlare gli operai, siamo qui per ascoltare”.

Tra i cori anche quelli di chi chiede la chiusura: “Vogliamo essere difesi non presi in giro presidente”, “via lo scudo per Mittal”, “a Taranto è concesso tutto”, “La vita dei tarantini vale meno di quelli di Genova?”. liberoquotidiano.it

Giuseppi Conte come Tarquinio il Superbo

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -