Oliviero Toscani: “Logico togliere crocifisso, è discriminatorio, fa impressione”

Condividi

 

“Togliere il crocifisso dalle aule? E’ logico. Perché il crocifisso? Allora mettiamoli tutti i simboli. Da laico, lo tolgo. Uno magrissimo sulla croce, inchiodato… Per giustizia, togliamo tutto. E’ discriminatorio per gli altri, molto meglio il mondo o il sistema solare…”. E’ un passaggio dell’intervista di Oliviero Toscani a La Zanzara.

Nella religione islamica “dio non è rappresentato in modo baracconesco. Un crocifisso attaccato al collo a me fa impressione… Non voglio offendere il crocifisso, io rispetto il crocifisso al di là delle mie valutazioni estetiche. Credo che non debba essere un simbolo solo per alcuni all’interno di una classe e per questo vada tolto, se non si riescono a mettere tutti i simboli religiosi all’interno della classe…”.



“Mi sono fatto l’ernia… Questione di sforzi, sollevare cavalletti, macchine fotografiche, le luci… -racconta ancora Toscani-. Sono un operaio e per quello voto comunista…”. “Il comunismo sarà bellissimo, è il futuro. Non va messo sullo stesso piano del fascismo, che era la cattiveria. Il comunismo faceva sperare in qualcosa d’altro. Ha fatto milioni di morti? Come le automobili…”, dice Toscani. ADNKRONOS



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -