Becchi: il mercato delle poltrone non si addice a un Capo di Stato

“Conte è salito al Quirinale in modo abbastanza irrituale perché Di Maio sta cominciando a capire il ‘pacco’ che stanno tirando a lui e a tutto il M5S e ci sta ripensando. Del resto se si dovesse andare alle elezioni Di Maio è ancora in partita e Renzi è finito per sempre”. Paolo Becchi commenta così l’incontro tra il premier futuro bis e il Capo dello Stato, Sergio Mattarella. Incontro durato oltre un’ora e dal quale non sono trapelate novità. Una situazione insolita, proprio come sottolinea il filosofo.

E ancora: “Al momento non salta niente. Conte è andato da Mattarella solo per chiedergli che cosa possa offrire a Di Maio per farlo uscire da una situazione in cui sembra un pugile suonato. Partecipare in modo esplicito a questo mercato sulle poltrone poco si addice al Capo dello Stato“. liberoquotidiano.it

Condividi