Pd: Ok a governo con M5s per cancellare i decreti sicurezza

Dice in Aula Luigi Zanda che per il Pd “il populismo è cosa diversa dal sovranismo”, quindi i Dem sono pronti a dialogare con M5s. La Direzione di mercoledì mattina darà il mandato a Zingaretti per aprire l’eventuale trattativa dopo le consultazioni al Quirinale.

Il Pd non si dovrebbe presentare con il cappello in mano ma chiedendo una “discontinuità” rispetto al governo gialloverde. Innanzitutto eliminando le parti “incostituzionali” dei due decreti sicurezza; in positivo – e qui l’intesa sembra più facile – investimenti nelle politiche ambientali, nella scuola, nella sanità, il taglio del cuneo fiscale, oltre alle risorse per sterilizzare l’aumento dell’Iva.

Se l’intesa non dovesse andare in porto, ha spiegato la senatrice Roberta Pinotti, questa diverrebbe la piattaforma elettorale per le urne che potrebbero arrivare a fine ottobre. Zingaretti, infatti, rimane cauto sull’esito delle trattative con M5s. tgcom24.mediaset.it

Condividi