Minacciati e rapinati da banda di stranieri. Tre arresti a Desenzano

Hanno minacciato le loro vittime con un tubo di ferro e poi si sono fatti consegnare portafogli e cellulari. La fuga dei rapinatori stranieri del lago è però finita davanti ai poliziotti del Commissariato di Desenzano che li hanno rintracciati e denunciati per rapina.

È successo in un parcheggio, una notte di metà luglio. Ora, dopo le attività di indagini, la polizia è riuscita a scoprire l’identità dei rapinatori. Le vittime, tutte residenti in provincia di Modena, sono state aggredite dalla banda di immigrati mentre raggiungevano le proprie auto dopo una serata presso una discoteca del Basso del Garda.

I rapinatori si sono avvicinati dopo averli seguiti. Prima li hanno derisi, poi sono passati all’attacco. Il gruppo, che non aveva capito le intenzioni dei tre, si è fermato e a quel punto gli immigrati sono passati alle minacce. Brandendo un tubo di ferro, hanno immobilizzato i ragazzi e poi li hanno rapinati. Ora i tre arrestati devono rispondere di rapina aggravata in concorso.

www.ilgiornale.it

 

Condividi