Carabiniere ucciso, dagli Usa arriva un team di investigatori

Condividi

 

Le famiglie dei due imputati americani, sotto accusa per l’omicidio di Mario Cerciello Rega, vogliono mettere in campo investigatori privati per chiarire cosa sia successo quella notte tra venerdì 26 e sabato 27 luglio. I genitori di Finnegan Lee Elder e di Christian Gabriel Natale Hijorth vogliono vederci chiaro e non si accontenteranno di una squadra di avvocati per la difesa, ma puntano a una vera e propria controindagine.

Secondo la “Stampa”, ai genitori dei due giovani statunitensi tra l’altro appare molto strano che, dopo la morte di un carabiniere, l’inchiesta venga condotta proprio dall’Arma e non da un altro organo di polizia, come riferisce uno dei legali delle famiglie. Secondo le procedure italiane, d’altra parte, la decisione spetta all’autorità giudiziaria e la Procura di Roma non ha visto nessuna incompatibilità nell’affidare le indagini ai carabinieri.



Accertamenti e verifiche dopo l’omicidio sono quindi stati condotti dal Nucleo investigativo del comando provinciale. Ma le ricostruzioni che sono state diffuse sulla vicenda non convincono le famiglie dei due ragazzi, che hanno quindi deciso di coinvolgere un team di specialisti, veri e propri investigatori per far scattare una indagine parallela che chiarisca tutti i dubbi.

L’avvocato americano e gli investigatori privati – Con il padre di Elder è arrivato un legale americano, che si affiancherà alla squadra difensiva. Ma la carta più importante è quella del via a una vera e propria “indagine della difesa”, che cercherà di ricostruire chiaramente cosa è successo quella notte: dall’incontro con un mediatore dei pusher in piazza Mastai fino all’accoltellamento di Cerciello Rega in via Pietro Cossa. In mezzo ci sono movimenti da definire, fughe, telefonate, contatti, che i genitori dei due ragazzi intendono chiarire con la loro controindagine.  tgcom24.mediaset.it



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -