Bimbi sottratti anche nel Foggiano, il papà: “voglio vederci chiaro”

Vieste, 1000 firme per far tornare a casa due fratellini trasferiti in una casa famiglia di Vico. Prosegue senza sosta la battaglia del padre di due bambini di 6 e 8 anni trasferiti presso un casa famiglia di Vico del Gargano nonostante il Tribunale dei Minorenni di Bari, nell’aprile di quest’anno, disponeva “la realizzazione di ogni opportuno intervento di sostegno e monitoraggio compreso il loro collocamento presso l’abitazione paterna dove dovessero emergere elementi di grave pregiudizio presso la madre”.

I Servizi Sociali del comune garganico – come anticipato da FoggiaToday – li hanno collocati presso una comunità per minori di Vico del Gargano, provocando così un cortocircuito tra la decisione del Tribunale e le assistenti sociali del Comune di Vieste. Eppure l’ambiente comunitario veniva preso in considerazione dal collegio della I Sezione del Tribunale di Foggia in via del tutto eventuale e subordinata.

Perché è stata presa questa decisione? Se lo chiedono papà Pasquale e sua cugina Teresa, che nelle giornate di martedì e mercoledì hanno raccolto circa 1000 firme nei giardini di Corso Fazzini. Una iniziativa per chiedere di “far rientrare i due fratellini al momento ospiti di una casa famiglia e sensibilizzare il rientro dei minori a vivere in un ambiente familiare”

Il padre dei due bambini non si dà pace, prosegue nella sua battaglia e ribadisce: “Vado avanti, voglio vederci chiaro”

www.foggiatoday.it

Condividi