Bologna: pestato e rapinato da romeni che urlavano davanti all’ospedale alle 2 di notte

Condividi

 

di Etv – – Aveva chiesto a un gruppetto di persone di fare meno rumore, visto che erano le due di notte, e per tutta risposta è stato spintonato e preso a pugni. E’ successo la scorsa notte davanti all’ospedale Maggiore di Bologna, precisamente nei pressi del chiosco del ‘piadinaro’ sulla via Emilia.

La vittima è un 38enne di Catania, che era in attesa di un taxi per tornare a casa. E’ stato aggredito da un terzetto che si è poi accertato essere una famiglia di origine romena, i genitori di 43 e 49 anni e il figlio 28enne. Oltre a picchiarlo, provocandogli alcune escoriazioni a un braccio e a un ginocchio, gli hanno anche rubato due telefoni cellulari, che gli erano caduti durante il pestaggio.



Il primo a soccorrere il siciliano è stato il gestore bengalese del chiosco, poi sono intervenuti 118 e Polizia. Gli agenti hanno rintracciato i tre aggressori poco lontano e tutti sono stati denunciati per lesioni personali e furto. La donna, che aveva già un foglio di via da Bologna, è stata denunciata anche per non avere rispettato il provvedimento, che è scattato anche per il marito e i figlio.



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -