Bongiorno: “test psicoattitudinale per magistrati”

Condividi

 

“Per i magistrati serve anche un test psicoattitudinale”. Ne è convinto il ministro per la Pubblica amministrazione, Giulia Bongiorno, che in un’intervista a ‘Libero’ risponde a una domanda in merito alle vicende giudiziarie che stanno coinvolgendo alcuni magistrati.

“La vicenda è grave anche per l’effetto che ha sui cittadini, specie su chi in passato è stato indagato dai magistrati coinvolti – afferma Bongiorno – chi viene processato o condannato deve avere la certezza della correttezza assoluta di chi decide sulla sua libertà o sul suo patrimonio. Certi veleni inevitabilmente minano la fiducia nella magistratura”.



E prosegue: “Ci vuole anche una verifica psicoattitudinale: non può diventare giudice solo chi è più bravo degli altri a imparare a memoria i codici e la giurisprudenza, sono indispensabili anche doti caratteriali di equilibrio e buon senso. Poi, una volta superato l’esame, serve una formazione accurata e completa e se, vinto il concorso, il tirocinio va male, dev’essere inibita ogni possibilità di accesso alla magistratura”.

www.affaritaliani.it

Pakistano che ha violentato due bambine aveva ottenuto protezione dichiarandosi gay



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -