Prato, sesso con studente: insegnante ai domiciliari

Condividi

 

E’ finita agli arresti domiciliari la 31enne di Prato indagata per aver avuto una relazione con un ragazzo minorenne al quale impartiva ripetizioni scolastiche nel tempo libero, essendo impiegata come operatrice sanitaria.

All’epoca dei fatti contestati alla donna, il ragazzo, che adesso ha 15 anni, non ne aveva compiuti ancora 14. La donna, al centro dell’inchiesta della procura di Prato dallo scorso 8 marzo, è difesa dagli avvocati Mattia Alfano e Massimo Nistri e dovrà rispondere di “atti sessuali con minore”. Il ragazzino – come dimostrato dall’esame del Dna – è anche padre dell’ultimo figlio della donna, nato la scorsa estate. L’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari è stata eseguita dalla polizia di Prato nelle prime ore di questa mattina. Nei giorni scorsi la 31enne aveva reso dichiarazioni spontanee davanti ai pm della Procura.



Quale sia stata la svolta nelle indagini che ha portato la procura di Prato a chiedere gli arresti per la 31enne, non è ancora chiaro: l’ordinanza, di circa 40 pagine, è stata confermata anche da fonti vicine all’inchiesta. Il marito, invece sarebbe indagato per “alterazione di stato”, un reato che si applica a chi altera lo stato civile di un neonato. Contemporaneamente alla consegna dell’ordinanza di custodia gli agenti della squadra mobile stanno anche eseguendo una perquisizione nei confronti dei coniugi e sequestrando altro materiale nella loro abitazione a Prato.  TISCALI.IT



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -