Firenze: massacrato di botte in rissa tra pusher, è già tornato a spacciare

Condividi

 

Arrestato dai carabinieri per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio il 32enne tunisino che rimase gravemente ferito, il 12 febbraio scorso, in un’aggressione a colpi di mazze avvenuta in piazza dei Ciompi a Firenze.

Per l’episodio un 16enne libico fu arrestato per tentato omicidio, e altre tre persone denunciate con la stessa accusa. Secondo quanto emerso dalle indagini dei carabinieri, il 32enne, dimesso dall’ospedale nei giorni scorsi, aveva iniziato a spacciare usando come base l’abitazione della propria compagna, dove era ospitato.



Ieri sera i militari, che stavano monitorando da tempo i suoi movimenti, lo hanno sorpreso mentre cedeva una dose di eroina a un giovane italiano, in via Castelnuovo Tedesco. Nascoste nei vestiti e a casa il 32enne aveva diverse dosi di cocaina, per un peso complessivo di circa 28 grammi.



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -