Palermitani senza casa occupano villette destinate ai Rom. Ira del sindaco Orlando

“L’amministrazione comunale presenterà insieme al comando di Polizia municipale un esposto alla Procura, affinché siano individuati e sanzionati coloro che compiono o favoriscono atti violenti ed illegali che potrebbero impedire l’attuazione di un provvedimento disposto dalla Magistratura, con riferimento alla dismissione del campo nomadi della Favorita”.

A dirlo – scrive il giornale di Sicilia –  è il sindaco di Palermo Leoluca Orlando dopo l’occupazione delle case di via Felice Emma a Palermo. Sei famiglie palermitane, con bambini al seguito, hanno fatto irruzione negli appartamenti confiscati alla mafia e che il Comune aveva destinato ai rom rimasti senza un tetto.

Palermo: famiglie senza casa occupano gli alloggi assegnati ai Rom

 

Condividi