Isis, polizia Kosovo: sventati diversi attacchi simultanei, 18 arresti

 

La polizia del Kosovo ha reso noto di avere sventato attacchi simultanei da parte dell’Isis, incluso uno contro la nazionale di calcio israeliana. In arresto sono finite 18 persone, altre sei sono state fermate tra Albania e Macedonia. La polizia dice di avere trovato esplosivi e inneschi. tgcom24

kosovo-terror

L’Arabia Saudita ha trasformato il Kosovo in un covo di jihadisti

Tutto è iniziato nel 1999, quando il paese è diventato indipendente dopo la guerra contro la Serbia. A quel tempo, quando le truppe USA e i rappresentanti delle Nazioni Unite amministravano il territorio e si occupavano della sicurezza, arrivavano fondi provenienti da Arabia Saudita, da enti di beneficenza, o da privati che ​​hanno finanziato la promozione wahhabismo, un’interpretazione radicale dell’Islam.

In quindici anni, questo denaro è stato utilizzato per la costruzione di 240 moschee in cui si fanno discorsi pro-jihad. Inoltre sono state instituite centinaia di borse di studio che hanno aiutato i kosovari a studiare in Arabia Saudita. Gli imam che sono stati indottrinati sono tornati in patria con una visione molto rigorosa dell’islam. Nei villaggi dove insegnano, le giovani donne hanno cominciato a rifiutare di parlare con i membri maschi della famiglia e i giovani uomini sono partiti per fare il jihad in Siria.

Intervistato dal New York Times, un imam che critica influenza saudita spiega:

La prima cosa che fanno i wahabiti è quella di arruolare i membri della nostra comunità che interpretano l’Islam  tradizionalmente praticato in Kosovo per generazioni, e cercare di tenerli lontani da questa interpretazione. Una volta che hanno tolto la congregazione tradizionale, cominciano a bombardarli con idee estremiste”



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -