Terremoto, Errani rassicura gli sfollati: “Non vogliamo deportare nessuno”

 

norcia_sfollati_afp

Chi con qualche coperta e chi con le lacrime agli occhi. Così circa trecento persone sono salite sui primi sei autobus che da Norcia si sono diretti alla volta del lago Trasimeno con gli sfollati, dopo la violenta scossa di terremoto che si è registrata stamani nel centro Italia. Molta gente, però, non voleva lasciare Norcia: “Anche se andiamo due-tre giorni al Lago Trasimeno che cosa cambia? – dice una signora visibilmente alterata

ERRANI: “Sarà una notte difficile, ma la gestiremo con le strutture collettive. Non ha senso dormire in macchina, nessuno vuole deportare le persone, noi vogliamo che abbiano la possibilità di vivere una notte tranquilla, dopodiché insieme a loro troveremo le soluzioni. Costruire oggi una strategia non ha senso perché dobbiamo gestire questa situazione”. Parla così il commissario straordinario governativo per la ricostruzione, Vasco Errani, a Norcia dopo la riunione con il capo della protezione civile, Fabrizio Curcio, e la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, dopo il sisma che questa mattina ha colpito il centro Italia.

A fare eco alle dichiarazioni di Errani, anche quelle del capo della protezione vicile, Fabrizio Curcio: “Ribadiamo l’esigenza di aderire allo spostamento – afferma Curcio – che è la soluzione migliore, che non significa non tornare, significa comunque gestire questi giorni che verranno in attesa della definizione di una strategia generale”.

“Questa scossa di 6.5 ha chiaramente cambiato quello che è lo scenario e la dimensione – prosegue il capo della protezione civile – e adesso abbiamo bisogno di qualche ora per stabilire un percorso. Non c’è bisogno di soffrire ulteriormente. Spostarsi non significa non tornare ma passare la notte in condizioni oggettivamente migliori”. ADNKRONOS



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -